mercoledì 3 giugno 2015

Vetro, Ceramica e simili - La Ceramica di Grottaglie dal 1623

La storia artigianale di oggi attraversa addirittura piu' secoli e 18 generazioni, si hanno notizie di antesignani di Nicola Fasano di Grottaglie (TA) fin dal 1623. Ci sono attivita' che non si possono scindere dal luogo in cui sono nate, e' il caso di Grottaglie che sin dall' antichita' grazie a giacimenti di ottima argilla ha dato vita a botteghe ceramiste che venivano create dentro grotte (pare da questo il nome della citta') scavate nel tufo per posizionare gli antichi forni a legna. Nel centro storico c'e' il quartiere delle ceramiche con piu' di ottanta botteghe. La passione nasce da ragazzo quando seguiva le lezioni dell' istituto d'arte che si tenevano nel laboratorio di famiglia. Le creazioni di Fasano sono apprezzate in tutto il mondo, tra i suoi estimatori/clienti vip ci sono il regista Francis Ford Coppola, lo stilista Giorgio Armani e la figlia del re dell' acciaio indiano Agartwal che per le sue nozze da sogno celebrate a settembre dell' anno scorso a Savelletri di  Fasano ha acquistato circa mille ciotole e piatti decorati piu' quattrocento pomi-bomboniere laccati in oro.






 Le recensioni si sprecano su riviste e pubblicazioni dell' arredamento in Italia e all' estero. Fasano partecipa alle fiere di Milano, Francoforte, Parigi, Berlino, San Francisco. Dal 2010 la gestione e' affidata a Nicoletta Fasano con la consulenza tecnica e artistica di Franco Fasano. Nella ricca produzione fatta interamente a mano di terrecotte, faenze, maioliche e porcellane che varia, nelle forme, negli stili, nei colori e nei decori troviamo:
- piatti (con i vari bordi corda, martellato, pizzolato, sagomato), antipastiere, brocche, bicchieri, tazzine, complementi da cucina e da tavola
- contenitori come bottiglie, anfore, vasi, portaombrelli
- illuminazione come traforati, pomi lux, basi lampade, candelieri, applique
- pomi e pigne
- cavalieri e animali
- piante e frutta
- soggetti sacri
- idee bomboniere






 Le varie fasi lavorative (visibili nelle foto) della ceramica si possono riassumere cosi': estrazione dell' argilla, preparazione, purificazione, foggiatura, essiccamento, prima cottura, smaltatura, decorazione, cottura finale. La cottura avviene ad una temperatura superiore ai 900°. In particolare la lavorazione al tornio che mentre gira da la possibilita' a mani esperte di dare forma al manufatto e la decorazione che prevede varie tecniche tra cui a mano libera, spugnatura, tamponatura, cuerda seca, dell' olio molle, ingobbio, con pennello, sono i momenti di piu' alta maestria ceramista. Nella bottega Fasano i maestri ceramisti, tornianti, modellatori, decoratori, fornaciai (circa quaranta) lavorano a vista, chiunque si trovasse a passare da quelle parti puo' verificare ed ammirare il processo produttivo.
Di seguito alcune realizzazioni presenti negli show room Fasano:






 Le notizie e foto mi sono state fornite da Ceramiche Fasano 
Per saperne di piu'  vai al Sito
Guarda il video su You Tube  

1 commento:

vickyart ha detto...

mia sorella ha un laboratorio di ceramica :) le opere artigianali sono sempre le migliori non c'è paragone